Il Canada annuncia un nuovo impegno nella strategia Endgame della GPEI

Nel bel mezzo della pandemia del COVID-19, è più importante che mai riconoscere il potere dei vaccini e delle immunizzazioni, che salvano milioni di vite ogni anno. L'Onorevole Karina Gould, Ministro dello Sviluppo Internazionale del Canada, ha annunciato nuovi investimenti per la consegna dei vaccini. Il Ministro Gould ha impegnato 47,5 milioni di dollari canadesi all'anno, per quattro anni, per sostenere la strategia Endgame dell'Iniziativa globale per l'eradicazione della polio (GPEI) e ha rinnovato i finanziamenti per Gavi, l'Alleanza per il vaccino, in vista della sua prossima ricostituzione. 

Grazie agli sforzi diffusi sulla vaccinazione antipolio degli ultimi 30 anni, oggi oltre 18 milioni di persone che altrimenti sarebbero rimaste paralizzate sono in grado di camminare, e i casi sono diminuiti del 99,9% grazie all'instancabile impegno degli operatori sanitari, dei governi locali e dei partner globali. La GPEI è orgogliosa di poter contare su donatori generosi, tra cui il Canada, che hanno contribuito a rendere possibile questo progresso. Questo nuovo investimento aiuterà il programma a garantire che i risultati ottenuti fino ad oggi non siano vanificati, a riprendere le attività non appena sarà possibile, a mettere in atto strategie per superare le restanti barriere all'eradicazione e a promuovere il sogno di un mondo libero dalla polio.

Il ministro Gould ha dichiarato: "Come comunità globale, dobbiamo lavorare per assicurare che le persone più vulnerabili, comprese le donne e i bambini, abbiano accesso alle vaccinazioni per mantenerle in salute ovunque vivano. Il COVID-19 ha dimostrato che i virus non conoscono confini. La nostra salute qui in Canada dipende dalla salute di tutti, ovunque. Insieme, dobbiamo realizzare un pianeta più resistente". Il Ministro ha aggiunto: "Il mondo non è mai stato così vicino all'eradicazione della polio, ma il lavoro non è finito. Con la continua trasmissione in Afghanistan e Pakistan, non possiamo permetterci di essere compiacenti".

Gli operatori in prima linea per la polio nei Paesi di tutto il mondo stanno sostenendo attualmente gli interventi in risposta al COVID-19, utilizzando le reti stabilite dalla GPEI per concentrarsi sul rilevamento dei casi, il tracciamento, i test e la gestione dei dati. Il G7 e il G20, compreso il governo canadese, hanno riconosciuto l'importante ruolo svolto dalle risorse della GPEI nel rafforzare i sistemi sanitari e nel far progredire la sicurezza sanitaria globale, soprattutto tra le popolazioni più vulnerabili del mondo.

In linea con la sua politica di assistenza internazionale alle donne, il Canada ha incoraggiato il GPEI a sviluppare l'importante ruolo svolto dalle donne nel programma, dalla prima linea alla gestione del programma e alla leadership politica.

Akhil Iyer, direttore del programma di eradicazione della polio dell'UNICEF, ha dichiarato: "Il nuovo finanziamento del governo canadese è una testimonianza del ruolo importante svolto dal popolo canadese nella storica lotta contro la polio, e sono orgoglioso di far parte di questo sforzo come cittadino canadese. In Canada, negli anni '50, le epidemie di poliovirus avrebbero potuto paralizzare o uccidere molti più bambini, e avrebbero potuto affliggere l'economia e spingere milioni di persone in circoli viziosi di povertà e cattiva salute. Ma grazie alla scoperta scientifica del dottor Leone Farrell, che ha reso possibile la produzione di massa dei vaccini antipolio, una forte leadership e un sistema sanitario in stato di apprendimento, il Canada è riuscito a superare le epidemie di polio e di prosperare nei decenni successivi. Adesso siamo più ispirati che mai e insieme ci stiamo impegnando a porre fine alla polio dal mondo per sempre".

I Rotary club di tutto il Canada hanno accolto con favore il nuovo impegno di continuare il ruolo di leadership e partnership del Paese a favore dell'eradicazione della polio. Il Canada ha lavorato a stretto contatto con i Rotary club del Canada dal 1986, ossia da quando il Paese è diventato un donatore della GPEI. Ad oggi, i Rotariani canadesi hanno raccolto e contribuito con oltre 41,3 milioni di dollari agli sforzi di eradicazione.

Michel Zaffran, direttore del programma di eradicazione della polio presso l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ha dichiarato: "Vorrei esprimere la profonda gratitudine dei partner della GPEI al governo e ai cittadini canadesi per il loro enorme sostegno e impegno per l'eradicazione della polio a livello globale. La pandemia che stiamo affrontando oggi è un forte richiamo al bisogno critico di solidarietà a tutti i livelli, alla cooperazione internazionale e al potere dei vaccini e delle vaccinazioni. Il Canada sta portando avanti il discorso: sta dimostrando ancora una volta il suo impegno esemplare nel garantire l'accesso alle vaccinazioni essenziali, guidando gli sforzi per far progredire l'uguaglianza di genere e ridurre il peso delle malattie infettive".

Un operatore polio amministra le gocce antipolio salvavita ai bambini in Pakistan. © CHI/EMRO

Già pubblicato su polioeradication.org.

-nessuno-

Hai una storia sulla polio da raccontare?
Condividi la tua storia
Global Polio Eradication Initiative | Mag. 14, 2020